panelarrow

Avvocato Roma Prati

avvocato roma prati

Avvocato Roma Prati

Lo Studio Legale dell’ Avvocato Morano  svolge, in Roma Prati, una costante attività di aggiornamento, relativamente alle più recenti ed importanti innovazioni legislative e regolamentari che si stratificano nei settori del diritto amministrativo e civile.

L’Avvocatura, nell’ambito delle funzioni esercitate, è organismo indipendente ed è dotato dell’autonomia caratterizzante la professione forense. La Carta dei Principi Fondamentali dell’Avvocato Europeo, adottata all’unanimità nella sessione plenaria tenutasi a Bruxelles il 24 novembre 2006, enuncia dieci principi fondamentali, espressione del sostrato comune a tutte le norme nazionali e internazionali che disciplinano l’avvocatura, non è concepita come un codice deontologico ed è destinata ad essere applicata non solo negli stati membri, associati e osservatori del CCBE, ma, in tutt’Europa.

La Carta mira, in particolare, a venire in aiuto agli ordini forensi che, nei paesi emergenti, lottano per far riconoscere la loro indipendenza, e a far comprendere sempre di più l’importanza del ruolo dell’avvocato nella società; essa si rivolge sia agli avvocati che agli organi di giustizia, nonché ai cittadini.

Il Codice Deontologico degli Avvocati Europei risale al 28 ottobre 1988 ed è stato modificato tre volte, l’ultima delle quali nella sessione plenaria tenutasi ad Oporto il 19 maggio 2006. Si tratta di un testo vincolante per tutti gli Stati membri: tutti gli avvocati che sono iscritti agli ordini di tali paesi (a prescindere dal fatto che tali ordini siano membri effettivi, associati o osservatori del CCBE) sono tenuti a rispettare il Codice nell’esercizio delle loro attività transnazionali all’interno dell’Unione europea, dello Spazio economico europeo e della Confederazione svizzera nonché degli stati associati e osservatori.

Consiglio Nazionale Forense. “In una società fondata sul rispetto della giustizia, l’avvocato riveste un ruolo speciale. Il suo compito non si limita al fedele adempimento di un mandato nell’ambito della legge.

L’avvocato deve garantire il rispetto dello Stato di Diritto e gli interessi di coloro di cui deve difendere i diritti e le libertà; l’avvocato ha il dovere non solo di difendere la causa ma anche di essere il consigliere del proprio cliente. Il rispetto della funzione professionale dell’avvocato è una condizione essenziale dello Stato di diritto e di una società democratica” (Codice Deontologico degli Avvocati Europei del CCBE, articolo 1.1).

Vi sono dei principi fondamentali che, pur con minime variazioni nei vari sistemi giuridici, sono comuni a tutti gli avvocati europei. Tali principi fondamentali sono alla base di vari codici nazionali e internazionali che disciplinano la deontologia forense. Gli avvocati europei sono soggetti a tali principi, essenziali per la buona amministrazione della giustizia, l’accesso alla giustizia e il diritto ad un equo processo, come prescritto dalla Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo. Gli ordini forensi, i giudici e i tribunali, i legislatori, i governi e le organizzazioni internazionali devono far rispettare e tutelare tali principi essenziali nell’interesse generale.

I principi essenziali dell’avvocato sono, in particolare:

  1. indipendenza e libertà di garantire la difesa del proprio cliente;
  2. rispetto del segreto professionale e della riservatezza delle controversie oggetto del mandato;
  3. prevenzione dei conflitti d’interesse tra vari clienti o tra il cliente e l’avvocato stesso;
  4. dignità, onorabilità e probità;
  5. lealtà verso il cliente;
  6. correttezza in materia di onorari;
  7. competenza professionale;
  8. rispetto verso i colleghi;
  9. rispetto dello Stato di Diritto e contributo alla buona amministrazione della giustizia; e
  10. autoregolamentazione dell’avvocatura

 

RICHIEDI ORA UNA CONSULENZA AVVOCATO ROMA PRATI