panelarrow

L’assegno di divorzio

L’ assegno di divorzio non sussiste se il coniuge richiedente economicamente indipendente

Principio di diritto innovativo della Corte di Cassazione civile in questo 2017, è stato quello volto a svincolare l’attribuzione dell’assegno divorzile dal criterio della conservazione del tenore di vita durante il matrimonio per agganciarlo, invece, a quello dell’autosufficienza economica dell’ex che chiede il contributo.
Una rivoluzione per il diritto di famiglia, che la Cassazione ha sancito con la sentenza 11504/2017 e ribadito con la sentenza 14793/2017.

Il cambio di rotta della Cassazione ha scatenato la corsa alla revisione degli assegni di divorzio.

Chi deve pagare (quasi sempre l’ex marito) gioca infatti la carta del ricorso per tentare di ridurre o anche azzerare il contributo.

assegno divorzio

assegno di divorzio

La richiesta di ridurre l’assegno non va sempre assecondata ma occorre valutare caso per caso.

Non solo si è consolidato il principio di legare l’attribuzione dell’assegno all’ indipendenza economica dell’ex anziché al tenore di vita durante il matrimonio. Anche la prova della “necessità dell’assegno” sta cambiando direzione: la sentenza di maggio della Cassazione afferma con chiarezza che è l’ex che chiede l’assegno a dover provare di possedere i requisiti per ottenerlo e non quello in teoria tenuto a pagare, in passato spesso chiamato a dimostrare fatti e circostanze riferibili all’ altro.
Al di là dei casi di chi dispone di patrimoni consistenti, l’assegno divorzile è stato negato anche in diversi altri casi, in cui gli ex coniugi hanno soltanto delle lievi differenze reddituali. Ad esempio all’ex moglie che ha raggiunto l’indipendenza economica grazie alla pensione e a quella che lavora come professoressa di matematica e ha la casa di proprietà.

La Corte di Cassazione, affermando la natura assistenziale dell’assegno di divorzio , ha però anche riconosciuto un contributo fondato sulla solidarietà postconiugale all’ ex moglie non autosufficiente: come nel caso della cinquantenne che ha lasciato il lavoro anni prima in accordo con il marito e che ora fatica a trovarne uno nuovo

Author: Avvocato Morano

L’Avvocato Giuseppe Morano, ha conseguito la laurea in giurisprudenza con lode presso l’ Università Luiss di Roma. In seguito, ha ottenuto il diploma post lauream di “Scuola di specializzazione per le professioni legali” ed ha superato a soli 26 anni l’ esame di abilitazione alla professione forense. E’ Dottore di ricerca di Diritto Amministrativo e svolge attività accademica presso le Università “Luiss” e “Guglielmo Marconi” di Roma. E’ socio ordinario della Società italiana avvocati amministrativisti e partner giuridico-legale della Camera di Commercio italiana per la Spagna e dell’ Associazione italiana per il commercio italo-caraibico.